Sto lottando duramente. Prima a casa e poi in ufficio. E tutto per colpa sempre di zio Bill… Se per caso qualcuno avesse ancora qualche dubbio che tutto sommato, forse, il software proprietario per certe cose è meglio…

Win Dos


La cronistoria è semplice: da qualche giorno il BIOS del mio pc mi dava un inquietante errore: la soluzione? Backup e sostituire l’hard disk (sul quale c’era Windows). Così ho fatto e ho quindi dovuto reinstallare il sistema operativo a finestre di cui tutti parlano meno peggio (XP).

Purtroppo non trovando più il cd originale che avevo, ho preso il primo cd che ho trovato: sorpresa! Il mio codice di attivazione non è riconosciuto, non è possibile neanche installare con un codice preso dal web e poi cambiarlo… Non se ne parla quindi di installare il ServicePack 2, nè tanto meno del futuro Service Pack 3.

In ufficio altra sopresa: non so bene perchè ma mi sono avventurato nell’installazione del SP3 per Office 2003. Già il fatto che appena installato mi ri-trovo nella lista della spesa un aggiornamento urgente come questo avrebbe dovuto farmi riflettere…

Update dell’update

In sostanza, comunque, ho dovuto reinstallare Office: non mi apriva più nessun applicativo ed era un continuo chiedere di segnalare il problema a zio Bill.

Ovviamente non mi devo giustificare per utilizzare Windows: a parte di film su RossoAlice che non si vedono su Linux, alcuni programmi di lavoro non girano proprio sul pinguino. Per fare un esempio, avrei bisogno nell’ordine .NET Framework e Microsoft Data Access…

Comunque non mi dispero, d’altronde, è la Microsoft stessa che insegna come usare Linux quando si impianta Windows… A proposito… tanti auguri Windows!