Attenzione: questo è un post “politico”. Essendo in campagna elettorale, se ritenete di rimanere urtati dai contenuti NON leggetelo😀

La democrazia, a mio modesto parere, si fonda su almeno un paio di pilastri imprescindibili: l’informazione e la partecipazione.

E guarda caso sono pilastri anche dell’opensource: l’idea del “codice sorgente” sta infatti alla base non solo di illustri e più o meno conosciuti software, ma anche di altre iniziative che mi pare utile ricapitolarne alcune:

In questo momento, mi piace segnalare il progetto italiano “openpolis“: permette di seguire i nostri rappresentanti politici di zona a qualsiasi livello (dal Comune allo Stato) e, in maniera partecipata e collaborativa, di “adottarne” uno inserendo di volta in volta le sue opzioni di voto su temi importanti piuttosto che le principali dichiarazioni. Davvero un esempio di trasparenza e democrazia.

openpolis

L’invito è quindi di seguire e supportare openpolis: “votate” per la democrazia “dal basso”!

ps: per inciso: sulla presenza delle tematiche opensource nei vari programmi dei diversi partiti altri più illustri hanno gia fatto gli opportuni commenti…